Pubblicato in Notizie
18.01.2022

ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE NUMEROSO

In scadenza il 31 gennaio la domanda per l'Assegno per il nucleo familiare numeroso relativo all'anno 2021

Possono fare richiesta:

  • nuclei familiari composti da cittadini italiani e dell’Unione europea residenti, da cittadini di paesi terzi che siano soggiornanti di lungo periodo, nonché dai familiari non aventi la cittadinanza di uno stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;
  • nuclei familiari composti almeno da un genitore e tre figli minori (appartenenti alla stessa famiglia anagrafica), che siano figli del richiedente medesimo o del coniuge o da essi ricevuti in affidamento preadottivo. Il requisito della composizione del nucleo non si considera soddisfatto se uno dei tre figli minori, quantunque risultante nella famiglia anagrafica del richiedente, sia in affidamento presso terzi;
  • nuclei familiari con risorse reddituali e patrimoniali non superiori a quelle previste dall’indicatore della situazione economica equivalente (I.S.E.E.) in corso di validità. Per ottenere l'assegno l’ISEE non dovrà superare € 8.788,99 per un nucleo di 5 componenti di cui almeno tre figli minori.

Teniamo a precisare che:

  • l’assegno decorre dal 1° gennaio dell’anno in cui si verificano le condizioni prescritte, salvo che il requisito rappresentato dalla presenza di almeno tre figli minori si sia verificato successivamente. In quest’ultimo caso decorre dal primo giorno del mese in cui il requisito è stato soddisfatto.
  • Il diritto all’assegno cessa dal 1° di gennaio dell’anno in cui viene a mancare il requisito economico e dal primo giorno del mese successivo a quello in cui viene a mancare il requisito della composizione del nucleo.

Questo significa che possono pare richiesta anche i nuclei nei quali si ha avuta una nascita nel corso dell’anno per il quale si sta richiedendo l’assegno. Allo stesso modo potranno fare richiesta i nuclei nei quali uno dei figli diventa maggiorenne in corso d’anno. In entrambi i casi si avrà diritto all’assegno esclusivamente per i mesi nei quali sono rispettati i requisiti necessari all’accesso al beneficio.